Albes e dintorni – Vacanze in Valle Isarco

albeins 480x273 Albes e dintorni

Nella botte piccola sta il vino buono: è questo che si potrebbe dire del nostro villaggio. Albes è la frazione più meridionale della storica sede vescovile di Bressanone e conta pressoché 600 abitanti. All’ombra del monte Musberg che lo protegge dal vento del nord, il paese si trova direttamente sul Rio Eores a poca distanza dall’Isarco e vanta un eccellente microclima. D’estate il caldo è meno intenso che altrove, l’inverno è meno gelido. Le fioriture della primavera qui approdano prima che in molte altre frazioni di Bressanone, le tinte variegate dell’autunno si trattengono tanto più a lungo. Per la prossimità della città i legami con Bressanone sono particolarmente stretti, non ultimo perché il sindaco di Bressanone è originario di Albes.

Vacanza attiva in Valle Isarco

Le attrattive di carattere storico non sono le uniche che Albes ha in serbo. Il grazioso paesino è anche un’ottima base di partenza per escursioni e passeggiate.

obermoar 20 Albes e dintorni

Bressanone, la città millenaria

A circa 35 miglia a sud del Brennero, alla confluenza dell’Isarco e della Rienza, sorge la città di Bressanone più che millenaria. Per la prima volta qui fa la dolcezza e la fertilità del Sud chiaramente percepibile. La città con le sue vecchie strade e case, con le sue vie porticate e i suoi ponti,con le sue chiese, con il Duomo, con il chiostro, con gli incredibili affreschi gotici e l’antico palazzo dei principi vescovi, ora Museo Diocesano e dei presepi. – A ogni passo la storia è una realtà viva. I viali e i parchi che circondano la città vecchia invitano alla sosta e al riposo.

A 2500 metri di quota la Plose è la montagna dei brissinesi. La Plose è sinonimo di un splendido panorama, stupende discese e tanto tanto sole. Una moderna cabinovia collega S. Andrea con la Plose (2500 m), centro sciistico ed escursionistico da cui si gode un’incantevole panorama sui massicci montuosi circostanti, dalle vicine Dolomiti fino all’Ortles. Malghe e verdi pascoli con accoglienti baite e rifugi sono rinomate mete di gite ed escursioni. Chi ama l’avventura e l’alpinismo estremo può cimentarsi in un’arrampicata ad uno dei picchi rocciosi del gruppo delle Odle.